Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Unical, laurea honoris causa a Mario Martone

0 comments

Mercoledì 24 ottobre 2012, alle ore 15:30, presso il Teatro Auditorium dell’Università della Calabria verrà conferita la Laurea magistrale honoris causa in Linguaggi dello Spettacolo del Cinema e dei Media al regista napoletano Mario Martone. Dopo i saluti del Magnifico Rettore dell’Unical, Giovanni Latorre, e del Preside della facoltà di Lettere e Filosofia, Raffaele Perrelli, seguirà la laudatio del candidato di Roberto De Gaetano (ordinario di Filmologia e Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo del Cinema e dei Media) e di Bruno Roberti (docente di Stili di Regia) e, quindi, la lectio magistralis di Mario Martone. Al termine della cerimonia, alle ore 18:30, verrà proiettato il film La salita (1997).

L’evento si inserisce in un più corposo omaggio che la Facoltà di Lettere e Filosofia dedica all’autore. La mattina del 24 ottobre, infatti, alle ore 10, presso l’University Club, prenderà il via l’incontro “Tre sguardi su un artista”, cui prenderanno parte Gianfranco Capitta (critico teatrale de “Il Manifesto”) con un intervento dal titolo “La scena multipla di Martone, tra classicità e futuro”, Emiliano Morreale (critico cinematografico e docente di filmologia presso l’Università di Torino) con “Nel corpo dell’Italia. Il viaggio di Martone tra storia e geografie del cinema” e Massimo Fusillo (ordinario di Critica letteraria e Letterature comparate all’Università de L’Aquila) con “Spostamenti progressivi di linguaggi. Martone e l’opera d’arte totale”.

Giovedì 25 ottobre, alle ore 9:30, sempre all’University Club, Roberto De Gaetano introdurrà un ulteriore momento di confronto su Martone, dal titolo “Categorie Italiane”. Dopo aver ricercato e individuato alcuni temi chiave nel suo lavoro cinematografico e teatrale, questi verranno analizzati nelle relazioni di Carlo Fanelli (docente di Storia del Teatro Italiano, Unical), che si occuperà della categoria “Voce” con un focus su I dieci comandamenti; Alessia Cervini (docente di Cinema, Università di Messina) di “Comunità” su Noi credevamo; Daniele Vianello (docente di Teatro, Unical) di “Tragico” su Edipo re; Dario Tomasello (docente di Letteratura Italiana, Università di Messina) di “Tradizione” su Rasoi e Rino Mele (docente di Storia del Teatro, Università di Salerno) di “Geometria” su Faust e la quadratura del cerchio. In questa sede, parteciperanno anche i docenti di cinema dell’Università della Calabria Marcello Walter Bruno, Alessandro Canadè e Daniele Dottorini. Le conclusioni saranno affidate a Bruno Roberti; mentre alle ore 11:30 è previsto l’incontro del regista con gli studenti. Nel pomeriggio, dalle ore 15:00, presso il Teatro Auditorium, verranno proiettati i film Operette Morali (2012), Rasoi (1994), Un posto al mondo (2000) e I dieci comandamenti (2000).

Per questa occasione, la rassegna cinematografica, “CampusCinema100. Visioni italiane in 100 film”, aprirà negli spazi CAMS (area Polifunzionale) la sua seconda parte martedì 16 ottobre, proprio con una specifica sessione dedicata al regista napoletano intitolata “Mario Martone: un comune sentire”: alle ore 20:30 verrà proiettato L’amore molesto (1995) e alle 22:30 Morte di un matematico napoletano (1991); mercoledì 17 alle ore 20:30 Noi credevamo (2009) e giovedì 18 alle ore 20:30 L’odore del sangue (2003) e alle ore 22:30 Teatro di guerra (1998). Ciascuna serata verrà introdotta, rispettivamente, da Alessandro Canadè, Roberto De Gaetano e Bruno Roberti.

 

Rispondi

*