Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Una “Fuoriclasse” reggina

0 comments

Un giovane talento reggino tra i protagonisti di una delle fiction di maggiore successo della stagione: parliamo di Daniela Marra, che nella seguitissima serie in onda su Raiuno, “Fuoriclasse”, interpreta una delle alunne della Littizzetto, ovvero Selvaggia Petrocelli. Un impegno importante per questa attrice, che è stata chiamata sul set della fiction subito dopo aver conseguito il diploma presso la scuola del Teatro Stabile di Torino, dove si è formata con alcuni dei maggiori nomi del teatro italiano. E ancora prima, altre esperienze formative, come quella con Spazioteatro, per un curriculum che già presenta partecipazioni di rilievo, tra cinema e teatro.

Teatro che resta il primo amore, che continua a frequentare e che la porta ogni tanto anche a tornare in riva allo Stretto (da dove è partita a 18 anni per studiare all’Università e poi seguire l’amore per il palcoscenico) ed a dedicarsi ad importanti progetti, come quelli che porta avanti con Teresa Timpano, di Scena Nuda. E adesso, il successo di una fiction (che si concluderà lunedì 21 febbraio) e che sta rivelando tanti giovani talenti, come quello di Daniela.

“Fuoriclasse – ci racconta – è stata un’esperienza molto serena, divertente e formativa per me, che mi trovavo per la prima volta ad avere a che fare con la macchina da presa e devo dire che in questo ci siamo molto aiutati tra colleghi più e meno giovani, colleghi con i quali c’è una rapporto molto bello e di alcuni sono molto amica e soprattutto sono Attori Veri; la forza di questa serie è la qualità… (insomma niente “figone e figoni”, come ha detto la Littizzetto in conferenza stampa….).
E’ stata una esperienza bella, anche perchè girata a Torino, una città che mi ha accolto per tanti anni e che amo molto.
Era veramente tutto nuovo per me, ma essendo state lunghe le riprese, ho avuto modo di prendere confidenza presto con alcuni “fattori tecnici” molto diversi rispetto al teatro”.
Teatro che, come si diceva, è il primo grande amore per Daniela, che attualmente ha molti progetti in cantiere, ma – aggiunge – “non mi stupirebbe se da un momento all’altro si presentasse qualche occasione come questa o anche completamente diversa. La cosa bella, e al contempo difficile, di questo mestiere è che da un giorno all’altro può succedere qualsiasi cosa!!!”.

Tornando ai progetti teatrali, come dicevamo, da poco ha iniziato la collaborazione con la compagnia Scena Nuda, e si sta anche dedicando, in questo momento, al lungo lavoro di partecipazione al Premio Scenario, che sta curando con ex compagni della scuola dello Stabile. Ma si interessa anche di organizzazione di eventi, è segreteria delegata per la regione Lazio del Premio Nosside e si occupa pure di scrittura di soggetti per cortometraggi.

Insomma, grande entusiasmo e impegno da parte di questa giovane attrice. Che, tra i sogni nel cassetto, ha anche quello di realizzare attraverso i propri strumenti professionali “qualcosa che possa portare alla nostra terra una Qualità, che devo dire i reggini sanno apprezzare nel momento in cui viene loro proposta. Bisogna educare all’arte e promuoverla al massimo per non dimenticarci che porta progresso e apertura. E per fare ciò mando comunque avanti la mia carriera a livello nazionale, per specializzarmi sempre più”. Più in generale, comunque, il suo sogno è “continuare sulla via della creatività qualsiasi sia il mezzo, televisivo, cinematografico, teatrale e radiofonico….”.

Rispondi

*