Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Teatro, musica, arte e la lectio di un premio Nobel: tornano Confini e Horcynus Festival

0 comments

locandina horcynusArte contemporanea, cinema, video installazioni urbane, grande teatro, musica nomade, narrativa e una lectio magistralis a cura del Premio Nobel per la Pace Betty Williams: tornano Confini, programma internazionale di mostre, video-arte, performance, workshop e seminari, e la versione invernale dell’Horcynus Festival. Tanti appuntamenti e due momenti davvero speciali, come il citato intervento del premio Nobel per la Pace e la messa in scena, per la prima volta a Reggio Calabria, di uno dei più importanti e pluripremiati testi di teatro contemporaneo, “Nunzio”, di Spiro Scimone.

Dunque, da sabato 14 dicembre fino a fine anno, Reggio e Scilla ospiteranno una serie di iniziative, all’insegna dei diversi “linguaggi artistici, nelle loro più varie e ricche manifestazioni, ma sempre declinati con finalità educative e sociali”.

Le due manifestazioni, a cura della Fondazione Horcynus Orca (in associazione temporanea d’imprese con la rete europea dell’economia sociale Reves Aisb, la Fondazione di Comunità di Messina, l’Associazione artistica Mana Chuma, il Circolo del cinema Charlie Chaplin e l’Associazione culturale “Le rane”) con il supporto logistico di Comune di Scilla e Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, finanziate nell’ambito del Por Calabria, sono state presentate in conferenza stampa nella sala “Giuditta Levato” del Consiglio Regionale della Calabria dai direttori artistici dei settori teatro e musica della Fondazione Horcynus Orca, Massimo Barilla e Giacomo Farina, affiancati dall’Assessore alla Cultura della Regione Calabria Mario Caligiuri, dall’Assessore a Cultura e Legalità della Provincia di Reggio Calabria Eduardo Lamberti Castronuovo e da Lucia Lipari della sezione reggina di Libera.

“Confini e l’edizione invernale dell’Horcynus festival – hanno spiegato Barilla e Farina presentando il ricco programma di eventi – proseguono il percorso educativo e di ricerca sulle estetiche del Mediterraneo intrapreso da oltre un decennio dalla Fondazione Horcynus Orca. Lo fanno scegliendo lo Stretto come terreno privilegiato di incontro tra culture e linguaggi artistici diversi, che si esprimeranno in appuntamenti quotidiani con l’arte in ogni sua declinazione possibile. Dai matinée di teatro civile per le scuole alla cinematografia italiana, europea e araba, dai reading letterari alla video arte fino alla drammaturgia d’autore”.

Tanti gli appuntamenti imperdibili, tra cui, appunto, la rappresentazione, il 18 novembre al Politeama Siracusa, di “Nunzio”. Particolarissime anche le suggestioni in campo musicale, con due concerti che vedranno impegnati in contaminazioni originali al confine tra musica colta, tradizionale e ritmi africani e medio-orientali, l’Orchestra Filarmonica del Teatro Cilea, accompagnata rispettivamente giovedì 19 dicembre dai musicisti Raiz, Gabin Dabirè, Faisal Taher e Tino Finocchiaro, Jali Diabatè, e martedì 31 dicembre, per l’anteprima del concerto di Capodanno, da Giancarlo Parisi e la sua zampogna “a paro” cromatica, il più importante aerofono pastorale dell’area calabro-sicula. Mentre in campo artistico, tappa imperdibile tra il 29 e il 30 dicembre al borgo di Chianalea dove sarà allestita un’infrastruttura di video installazioni urbane.

Evento nell’evento di Confini sarà la lectio magistralis del Premio Nobel per la pace Betty Williams. L’attivista nordirlandese in prima linea per una soluzione pacifica del conflitto in Irlanda del Nord, insignita nel 1976 della massima onorificenza riservata ai costruttori di pace, sabato 21 dicembre alle 10.30 interverrà nella sede della Provincia di Reggio Calabria sul rapporto tra educazione e cultura.

Durante il Festival, dal 14 al 20 dicembre, inoltre, si terrà il secondo dei workshop artistici denominati “Cantieri d’Arte”. Il primo appuntamento con l’artista e tecnologo di Studio Azzurro Stefano Roveda e con l’attore/video-artista Giacomo Verde si è svolto nel mese di novembre alla presenza di 35 giovani artisti e studenti. Anche per questo secondo appuntamento i partecipanti, selezionati tramite bando, sono studenti universitari e delle accademie statali. I “Cantieri d’Arte” sono strutturati in un workshop di approfondimento sul confine tra musica e arte digitale con il compositore Giovanni Renzo e in incontri  seminariali con gli artisti – ospiti del Festival.

Di seguito, il programma dell’Horcynus Festival, che comprende anche il Premio Maurizio Grande, promosso dal Circolo del cinema Charlie Chaplin.

 

Il programma

 

Teatro Politeama Siracusa – Reggio Calabria

 

sabato  14  dicembre  

 

Ore 9 e 11 Longa è a jurnata

              di Salvatore Arena

con Salvatore Arena e Massimo Barilla

incursioni musicali Giacomo Farina

                  Mana Chuma Teatro

                  MigrAzioni tra terre e mare – Teatro

                           Riservato alle Scuole Medie Superiori

 

 

                 

              a seguire

in collaborazione con Microdànisma (progetto Economiamo) organizzazione per la finanza etica e solidale: Incontro/conferenza sul tema dell’Usura e sue cause. Testimonianza dei volontari dello sportello ascolto usura, tra cui ex vittime del fenomeno

 

 

Ore 18,00                    Con il fiato sospeso

di Costanza Quatriglio        

PREMIO GRANDE in collaborazione con il Circolo C. Chaplin

Arcipelaghi della visione – Cinema

 

Ore 20,30              Gli anni della peste

   Reading teatrale di Fabrizio Gatti

Tratto dall’omonimo libro (ed. Rizzoli)

In collaborazione con Libera Reggio

                                   MigrAzioni tra terre e mare – Teatro

 

Ore 22,00               Salvo

di F. Grassadonia, A. Piazza    

PREMIO GRANDE in collaborazione con il Circolo C. Chaplin

Arcipelaghi della visione – Cinema

 

domenica  15  dicembre  

 

Ore 18,00    Zoran, il mio nipote scemo

di Matteo Alotto

PREMIO GRANDE in collaborazione con il Circolo C. Chaplin

Arcipelaghi della visione – Cinema

 

Ore 20,30    Premio Maurizio Grande a Sylvie Lindepergh

              LA VOIE DES IMAGES. QUATRE HISTOIRES DE TOURNAGE AU PRINTEMPS-ÉTÉ 1944,  edito de Verdier

              Conversazione con l’autrice

 

lunedì  16  dicembre  

 

Ore 18,00    Sacro GRA

di Gianfranco Rosi

PREMIO GRANDE in collaborazione con il Circolo C. Chaplin

Arcipelaghi della visione – Cinema

 

Ore 21,00    Via Castellana Bandiera

di Emma Dante

PREMIO GRANDE in collaborazione con il Circolo C. Chaplin

Arcipelaghi della visione – Cinema

 

Martedì  17  dicembre

                         

Ore 21,00   Nello specchio del mare bianco

            Il romanzo del mare nelle pagine di Eugenio Vitarelli e Moncef Ghachem

              con Moncef Ghachem e Maurizio Marchetti, Silvio Perrella, Biagio Guerrera, Caterina Pastura

Eventi letterari

 

Ore 22,30   Zabana!

S. O. Khalifa (Algeria, 107’)

                  Mare di Cinema arabo

 

Mercoledì  18  dicembre

Ore 21,00    Nunzio

              Di Spiro Scimone

Con Spiro Scimone e Francesco Sframeli

Regia di Carlo Cecchi

                  Compagnia Scimone – Sframeli

                  MigrAzioni tra terre e mare – Teatro

 

Giovedì  19  dicembre

 

Ore 21,00   Orchestra Filarmonica del Teatro Francesco Cilea

            featuring Raiz, Gabin Dabirè, Faisal Taher e Tino Finocchiaro, Jali Diabatè

Musica Nomade/eventi speciali

 

Giovedì  31  dicembre

 

Ore 16,00   Orchestra Filarmonica del Teatro Francesco Cilea

            featuring Giancarlo Parisi

              anteprima Concerto di Capodanno ingresso a inviti

Musica Nomade/eventi speciali

 

Striscia letteraria quotidiana 14/19 dicembre

«uno stretto labirinto di storie: in ascolto di Horcynus Orca di Stefano D’Arrigo»

Letture pubbliche condivise

 

Sala Parocchiale Chiesa Matrice – Scilla

 

Giovedì  26  dicembre

 

Ore 18,00    Verso Betlemme

                  Teatro delle Rane

                  MigrAzioni tra terre e mare – Teatro

 

Venerdì  27  dicembre

 

Ore 19,00   Mattanza

            In concerto

Musica Nomade

 

Rispondi

*