Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Residenza teatrale della Piana, torna il Teatro Famiglie

0 comments

locandina_teatro_famiglieTorna la programmazione Teatro Famiglie nell’ambito delle iniziative della Residenza Teatrale della Piana. La rassegna dedicata all’infanzia sarà protagonista dei prossimi pomeriggi domenicali all’Auditorium comunale di Polistena. Sono quattro gli spettacoli in programma per questa stagione, che si inseriscono nel più vasto progetto gestito dalla Compagnia Dracma, diretta da Andrea Naso.

Il 30 marzo si parte con un classico senza tempo, Biancaneve e i sette nani, della Compagnia Portacenere, ideazione e regia di Natale Filice, con Elisa Ianni Palarchio e Mario Massaro. Attraverso personaggi, pupazzi, interazione fra il piccolo pubblico e gli attori, un racconto semplice e vivace che riscopre la freschezza e l’attualità di questa fiaba e dei messaggi che porta con sé.

Si prosegue domenica 13 aprile con Il pifferaio magico, primo episodio de La trilogia delle isole che non ci sono del Teatrop, per la regia di Piero Bonaccurso con Pierpaolo Bonaccurso, Greta Belometti, Fabio Tropea. La storia della città di Hamelin è riprodotta attraverso una sapiente scenografia che fa uso dei disegni di sabbia ed è pensata proprio per i più piccoli.

Terzo appuntamento il 27 aprile con lo spettacolo della compagnia reggina Scena Nuda, Il lungo viaggio. Avventura e amicizia sono i temi della messa in scena dall’ambientazione esotica, che vede alla regia Filippo Gessi e Teresa Timpano, con Enzo de’ Liguoro, Luca Fiorino e Francesca Lazzaro.

Infine, conclude la rassegna l’11 maggio l’atteso Il piccolo principe, una coproduzione del Teatro Bertolt Brecht di Formia e Centro RAT di Cosenza, per la regia di Dora Ricca, con Maria Marino e Francesco Aiello. Il capolavoro di Antoine di Saint-Exupéry, in grado di parlare a grandi e bambini, viene riproposto in un allestimento affascinante che alterna il tradizionale teatro d’attore con l’uso di pupazzi e immagini.

“L’ampio spazio dedicato ai più piccoli conferma l’intento educativo del programma della Residenza, che si propone di veicolare la cultura teatrale fin dall’infanzia creando al contempo un momento di condivisione all’interno delle famiglie, che veda vicini genitori e bambini.

Il progetto di formazione della Compagnia Dracma prevede anche lo svolgimento, dal prossimo autunno, di laboratori di recitazione per bambini, adolescenti e adulti che saranno tenuti da maestri professionisti”.

Per informazioni sul progetto www.delbelloperduto.it

Rispondi

*