Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

“Minions 2″, la recensione della versione home video del film

Commenti disabilitati

312595851_779751486438295_5154450478380898183_nMINIONS 2 – Come Gru diventa cattivissimo. Il secondo capitolo dello spin-off della saga blockbuster di “Cattivissimo me” – appena uscito in home video per Universal – ci riporta negli anni 70 e racconta l’infanzia di Gru e il suo primo incontro con i suoi piccoli amici gialli. Il ragazzino sogna di entrare a far parte dei Magnifici 6, un gruppo di supereroi che adora. Così alla “scomparsa” di uno di loro fa una sorta di audizione per entrare nella banda, ma viene scartato. Per vendicarsi, aiutato dai suoi nuovi amici Minions, farà di tutto per mettere loro i bastoni tra le ruote e dimostrare al mondo di essere il più cattivo di tutti! L’ambientazione nei Seventies la fa da padrona, grazie anche alla superba colonna sonora piena zeppa di classici dell’epoca, a volte rivisitati. E così l’abbigliamento e i colori, resi magnifici dalla perfetta qualità video del Bluray. E benché i Minions siano in questo sequel meno protagonisti di Gru, tra gag e scene d’azione il divertimento è assicurato! Oltre alla fantastica qualità video abbiamo sul disco anche un audio Dolby magnifico, soprattutto nella versione originale inglese, mentre quella italiana è poco al di sotto della precedente, pur mantenendo bassi profondi e un suono purissimo! Bello anche il compartimentò extra. Anzitutto due corti inediti: “Minion post moderni” e “Minion e mostri”, di circa 4 minuti ciascuno. Poi una scena estesa, uno speciale sui Profili dei personaggi, uno sul “L’animazione di Gru” e uno su “Gli anni 70: moda cibo e musica”. E ancora “Come disegnare un Minion” e “Crea il tuo covo dei Minions”. Insomma ce n’è per tutti i gusti, in uno dei più grandi successi al box Office del post pandemia, destinato a tutta la famiglia.

Francesco Arcudi

Commenti bloccati.