Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Max Mazzotta con il suo “Prove aperte” allo “Zanotti Bianco”

0 comments

prove-aperteQuarto appuntamento a Reggio Calabria con il Circuito Teatrale “Distribuzione Teatro Sud Calabria”: domenica 25 marzo, alle ore 19, presso il Teatro Auditorium “Umberto Zanotti Bianco”, in scena per la prima volta a Reggio Calabria lo spettacolo “PROVE APERTE”, scritto e diretto da Max Mazzotta (l’interprete di Enrico Fiabeschi, uno dei personaggi di Andrea Pazienza, nel film “Paz!” di Renato de Maria e in “Fiabeschi torna a casa”, sua opera prima)

In scena, insieme allo stesso Mazzotta, Graziella Spadafora e Paolo Mauro.

“Prove Aperte racconta le vicende di tre teatranti calabresi Mimì, Cocò e Carminuzzu (folle regista dei nostri tempi) alle prese con l’allestimento di uno spettacolo da rappresentare in un importante teatro con pochi giorni a disposizione e con una compagnia ridotta al minimo indispensabile. Mimì e Cocò fanno fatica a capire le idee del folle regista, la sua poetica e il suo modo di concepire l’arte teatrale, anche perché egli vorrebbe realizzare uno spettacolo incentrato sulla ricerca di «Un teatro moderno che parla dei tempi moderni» e che esprima attraverso metafore il tema della vittima e del carnefice. Questo li porta a sperimentare, in uno spazio ideale che Carminuzzu chiama Quadrato Magico (il magma della creazione), improvvisazioni di «storielle brevi, semplici e dirette», scelta che lo porterà alla creazione di una nuova forma di teatro che chiamerà Flash Art.

Come tutti gli attori, anche Mimì e Cocò vivono il dramma di dover recitare sia sulla scena che nella vita e durante la preparazione di uno spettacolo questo dilemma si fa più stridente, portando i personaggi a compiere azioni la cui irrazionalità sorprende anche loro stessi. E’ proprio durante le prove che vengono fuori tutti i lati oscuri delle loro personalità, permettendo così al pubblico di conoscerli, di amarli, di odiarli, di giustificarne ogni intenzione”.

 

 

Rispondi

*