Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Le Muse, la mostra della collezione Mastrilli – Paparatti per l’inaugurazione dell’anno sociale

0 comments

senza-titolo“Apertura in grande stile per il “Laboratorio delle Arti e delle Lettere – Le Muse” di Reggio Calabria che inaugura il suo Anno Sociale “invernale” domenica 28 alle ore 18,00, presso la storica sede di via San Giuseppe 19, nei suoi spazi del Cortile delle Muse e della Sala d’Arte.

“Il tempo della memoria” il titolo della serata che, non solo vede il ritorno del Premio Muse versione 2019  ma, anche, l’inaugurazione e l’apertura di una importante mostra caratterizzata da un prestito di opere dal grande valore storico-artistico, visibile però solo dalle ore 18 alle ore 20.

Giuseppe Livoti – presidente Muse così è orgoglioso di dare alla città la possibilità di visitare una mostra che riunisce alcuni pezzi importanti della nota Famiglia Mastrilli – Paparatti.

Un grazie a loro perché solo così abbiamo la possibilità di far conoscere alla collettività oggetti, abiti –beni mobili- che appartengono ad una nota ed importante stirpe gentilizia calabrese.

I Mastrilli – Paparatti sono presenti a Rosarno dal 1500, ma originari di Tropea, antica cittadina del vibonese, luogo i cui per il loro ruolo, status e provenienza, reggevano il “Casino dei Nobili” e dunque il potere gestionale della città. L’ultimo discendente sposò la principessa Ursula Mastrilli. I pezzi provengono dallo storico palazzo di Rosarno ed in particolare arredi argentei che erano ubicati all’interno della cappella a loro intestata, nella navata della Cattedrale di Rosarno distrutta dal terremoto del 1908. Una famiglia devota alla Madonna Immacolata tanto che Livio Paparatti (noto farmacista) – da ultimo discendente, costruì una chiesa donata alla curia nel 1950.   

Non resta che visitare la mostra – evento tra abiti d’epoca, oggetti preziosi e la consegna del Premio Muse alla principessa Margherita Lanza di Scalea -armatrice e comandante”.

Rispondi

*