Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Le Muse dopo Fioretta Mari premiano Anna Maria Galgano

0 comments

Una domenica intensa con “Notturno tra Barocche Visioni” ha dato il là ai “NOTTURNI DELLE MUSE 2013″. Una serata di eccellenza della cultura reggina che ha visto intensi momenti di grande spessore culturale.
Il Premio Muse 2013, premio consolidato nel tempo e che ha visto passare nel Cortile delle Muse personaggi legati al teatro, alla storia, alla musica al fashion style, domenica
scorsa ha visto Fioretta Mari (nella foto mentre riceve il premio da Adele Canale e Giuseppe Livoti) regina di questo riconoscimento, che si ripete ormai da otto anni.
L’attrice, donna di spettacolo e di successo,  ha dichiarato subito di avere accettato il
Premio perchè rappresenta lo sforzo di un sodalizio che crede nei valori della cultura lontana dai clamori della commercializzazione.
“Importante è -  dice la Mari – la cultura: i giovani non possono e non devono andare via, occorre aiutarli ed io lo faccio insegnando proprio a vivere meglio e a non farsi inghiottire dal sistema spettacolo mordi e fuggi”. La Mari parla dei suoi incontri con Gassman, Tognazzi, Ave Ninchi, Turi Ferro, i meccanismi di Amici con Maria De Filippi ed il suo approccio coi giovani. Incanta il pubblico reggino quando parla dei suoi amori, della
vita, dell’amore verso sua figlia e della scuole di dizione e recitazione per i talentuosi del Sud.

Giuseppe Livoti - presidente dell’associazione Le Muse – ha consegnato il premio insieme ad Adele Canale ed al consiglio direttivo, tra vari momenti creativi, dalla moda di Maria Giordano MJ, classica e dinamica tra colori sgargianti e look avvolgenti, e le creazioni della romana Barbara Malfatti, che si rifà, nei suoi gioielli, ai fasti della corte medicea, tra perle e pietre preziose. Acconciature scultura quelle realizzate da Francesco Cogliandro, stilista del capello, di fama nazionale, che ha creato look tra rinascimento e barocco.
Ancora arte con Cosimo Allera e le sue sculture bronzee legate alla scoperta dell’uomo nella precarietà della vita.
Un Notturno delle Muse incantato anche per il Coro delle Muse e la Cavalleria Rusticana, grazie anche al Maestro Enza Cuzzola che ha fatto eseguire, insieme al maestro Domenico
Autellitano, l’inno alla luna.
Ed ancora il saluto istituzionale del sindaco di Palmi, Giovanni Barone, che ha esaltato lo stile delle Muse come nuovo ed inedito portando così una ventata di novità nel
mondo culturale calabrese, ed ancora quello dei  manager Dott. Santacroce e
Massimo Scopelliti, che hanno ricordato come la cultura va incentivata con iniziative come queste di alto valore intellettuale, morale e civile.
Non resta quindi che attendere domenica 30 giugno, alle ore 21, per l’appuntamento con  il secondo NOTTURNO… BAROCCHE SENSAZIONI, presso il Cortile delle Muse, con la consegna del Premio Muse 2013 ad Anna Maria Galgano, presidente della Fondazione Rodolfo Valentino, con la motivazione di valorizzare un mito nato dal sud.
Ed ancora vari momenti in programma: dai Koralira, alle opere d’arte della Casa della Cultura di Palmi, al Coro delle Muse di Enza Cuzzola, all’omaggio creativo che esalta i frutti
di Calabria di Francesco Cogliandro. I saluti iniziali saranno a cura dell’assessore
provinciale alla cultura, Eduardo Lamberti Castronuovo.

Rispondi

*