Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Lamezia, al via il 27 ottobre la rassegna teatrale “Ricrii”

0 comments
saverio la ruina

Saverio La Ruina

“È stata presentata al Tip Teatro di Lamezia Terme la sedicesima edizione di Ricrii, la rassegna di teatro contemporaneo curata da Scenari Visibili, Compagnia Teatrale. A parlarne alla stampa, addetti ai lavori, soci e appassionati è stato il curatore del programma Dario Natale, in qualità di Direttore artistico della Compagnia.

Una rassegna che, dal centro della Calabria, compie il duplice ruolo di attirare a sé un pubblico giovane, proveniente da più parti della regione, cercando di fornire una proposta volta a raccontare il nostro tempo, lontana da retoriche. #Nuoveparole è infatti l’hashtag che delinea la ricerca di questa edizione.  Molto vario il cartellone, tutto improntato sui criteri della nuova drammaturgia.  Ancora una volta la scelta si è orientata su produzioni di rilievo, apprezzate da pubblico e critica nazionale. Sono sei gli appuntamenti, che andranno in scena all’interno della sala Beck to Beck  del TIP teatro.

La rassegna, iniziata con alcune anteprime estive, vedi il Direttivo Nazionale della Rete Cresco (11-12 giugno Tip teatro) e il laboratorio Il corpo delle parole (dal 18 al 22 luglio Agriturismo Trigna Lamezia) condotto dalla Piccola Compagnia Dammacco, proseguirà il 27 ottobre alle 21 con Masculu e Fiammina, una produzione di Scena Verticale, di e con Saverio La Ruina, uno dei più importanti attori e drammaturghi italiani, per la prima volta al Tip,  ci sarà poi Luana Rossetti, danzautrice milanese, da tempo in residenza a Berlino, che con il suo Hades, il 27 novembre, darà al suo corpo il compito di raccontarci una serata vissuta tra sacro e profano, tra dolcezze ed insidie, vincitrice del bando Residanza del MIBAC, segna il ritorno della danza di autore al Tip. Nella Lotta al terrore  di Capotrave/Kilowatt Festival, andrà invece in scena la paura, tra echi grotteschi e drammatici, la gestione dell’emergenza, durante un improvviso attacco terroristico, ci farà interrogare sulla nostra reale capacità a fronteggiare simili avvenimenti. Previsti nel mese di dicembre due spettacoli in doppia replica, questo per far sì che nessuno possa restare escluso dalla fruizione degli stessi, in particolare i giovani di rientro, l’8 e il 9 dicembre Astorri Tintinelli (prima regionale), suoneranno il loro 45 giri che prevede, in un unico ascolto, Immaginazione al Potere e Folliar, due punti di vista, due prospettive sull’Italia e sul senso dell’arte, in questo presente… frastagliato quanto incerto. Il 28 e 29 dicembre sarà la volta di Gaetano Colella, con il suo Icaro Caduto, visto ed apprezzato a Primavera dei Teatri. Lo spettacolo, molto atteso, è la conferma di una ricerca drammaturgica, proveniente dalla Puglia,  intrisa di senso meridiano e visionarietà, che di certo avrà grande presa sul nuovo pubblico del Tip. Conclude la rassegna il debutto calabrese di H2io, ultima creazione di Scenari Visibili, drammaturgia collettiva, per attore solo, altro specchio di questo tempo, un lavoro che coinvolge più generazioni ad una riflessione su fallimenti ed esistenze mal riuscite. In sostanza, Ricrii 16 #nuoveparole, sembra quasi essere una sonda lanciata nel variegato universo del nostro tempo, per raccogliere campioni, frammenti da analizzare: pezzi di omosessualità finalmente confessata, corpi madidi di dolcezza negata, pressapochismi, luoghi comuni e paure condivise, sogni interrotti , tracce di bellezza da ricomporre, cocci di rapporti padre-figlio, rivisti alla luce di miti contemporanei, uomini che tornano sui propri passi, tutti ingredienti del presente che stiamo abitando, per il quale, siamo sempre più sicuri, servono Nuove Parole”.

Rispondi

*