Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Dal 26 luglio l’edizione numero 33 di Catonateatro

0 comments

image001-10Edizione numero 33 per il Festival Catonateatro: un cartellone ricco di nomi celebri e che spazia tra musica e teatro, offrendo appuntamenti “per tutti i gusti e tutte le età.

Si parte il 26 luglio con un’indiscussa star della musica leggera italiana che quest’anno ha festeggiato i 60 anni di carriera con un concerto evento in un Teatro San Carlo di Napoli tutto esaurito. Era il 1958 infatti quando il giovane Giuseppe Faiella scoprì il grande successo pubblicando il suo primo album “Peppino di Capri e i suoi Rockers” con canzoni come “Malatia” e “Nun è peccato”. Esattamente 60 anni dopo, Peppino di Capri è pronto a festeggiare questo anniversario con un concerto destinato a restare nella storia, anche in quella di Catonateatro in cui ritorna dopo 10 anni esatti”.

Il secondo appuntamento, il primo agosto, “è con un classico pirandelliano, “Liolà”, rivisitato da un grande artista, Moni Ovadia; uno spettacolo con le musiche dal vivo di Mario Incudine e 28 attori e ballerini. Ovadia, Incudine e Benassai, che curano la riduzione e l’adattamento, trasformano le vicende di Liolà in una vera e propria opera musicale, avvicinandosi molto al teatro musicale di Roberto De Simone.

Sabato 4 agosto ritorna un appuntamento divenuto ormai stabile nel cartellone di Catonateatro, la Concert Band di Melicucco che quest’anno presenta una importante novità: sarà infatti il tenore pop Piero Mazzocchetti, dopo il successo invernale al teatro Cilea di Reggio Calabria, ad esibirsi in una serata dai toni passionali e melodici accompagnato dalla giovane orchestra diretta dal maestro Managò. Un viaggio che inizia con le melodie indimenticabili delle arie d’opera e dei capolavori del repertorio napoletano fino agli evergreen della canzone d’autore.

La stagione entra nel vivo, il 7 agosto, con un grande artista molto amato dal pubblico siciliano e calabrese e che ha spesso calcato il palcoscenico di Catonateatro: Tuccio Musumeci presenta un’opera di Luigi Capuana, “I fratelli Ficicchia”, una rappresentazione esilarante nel puro stile della commedia siciliana.

Il 10 agosto, sotto le stelle della notte di San Lorenzo, approderà a Catonateatro Ron, con il magico concerto “Lucio! Il tour”, lo spettacolo dedicato a Lucio Dalla”. Durante il live, “Ron omaggerà l’amico e collega Lucio Dalla eseguendo alcuni tra i brani più importanti che i due hanno scritto insieme e molti altri appartenenti al repertorio di Dalla.

Il 14 agosto un altro grande ritorno, il mattatore Enrico Guarneri con “U contra”, un testo  divertentissimo del grande autore siciliano Nino Martoglio”.

Sabato 18 agosto sarà la volta di “Napule è…n’ata storia” con un altro grande nome, Mariangela D’Abbraccio, per la regia Consuelo Barilari. “Lo spettacolo non è solo un omaggio a Pino Daniele, ma è la risposta al bisogno prepotente di studiare, cantare, suonare, interpretare la sua musica cercandone la profondità e i significati per valorizzarli attraverso il Teatro.

Martedì 21 agosto torna Enrico Guarneri, che per una sera sveste i panni di attore comico e propone un grande classico senza tempo, il capolavoro del verismo verghiano “I Malavoglia”.

La chiusura del Festival 2018, il 28 agosto, è affidata al nuovo spettacolo di Massimo Ranieri”. “Malia napoletana” è “un viaggio attraverso i grandi classici della canzone napoletana rivisitati in una inedita chiave jazz. In questo viaggio, che solo cinque città in tutta Italia avranno l’onore di ospitare,  Massimo Ranieri sarà accompagnato da una rinnovata formazione composta da eccellenze della musica italiana quali Stefano Di Battista ai sassofoni, Enrico Rava alla tromba, Rita Marcotulli al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria”.

Accanto al Festival teatrale, anche questo si svolgerà  il Festival del Cinema Mediterraneo “Verso Sud”, giunto alla nona edizione e diretto da Nicola Petrolino.

È la musica il filo conduttore che lega molte delle storie in programma da “Ammore e malavita”, che apre la rassegna, ai film  “La parrucchiera”,  “A casa tutti bene”, “Chi m’ha visto”, “Tano da morire”.

 

 

Rispondi

*