Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Dal 25 giugno sulle piattaforme digitali il disco “Spiritum for Emergency”

0 comments

unnamed-1““Spiritum for Emergency – Covid19” è un progetto nato per dare un segnale di vicinanza a quanti si trovano in situazioni di assoluta emergenza sanitaria e umanitaria.

Nella mente dell’artefice del progetto, Daniele Sorrentino (aka Hacienda – D), questa idea si è concretizzata nella realizzazione di un disco i cui ricavati andranno interamente a sostegno di Emergency“, che “ha sin da subito accolto favorevolmente il progetto.

Proprio a causa del Covid, il mondo della musica sta fronteggiando in questi mesi una crisi senza eguali, ma i musicisti a cui è stata chiesta disponibilità hanno aderito subito con grande slancio. Tutti, dai nomi più noti a quelli meno noti, hanno sposato in breve tempo l’idea di un progetto originale e, ad oggi, unico nel suo genere.

È nato così l’album “Spiritum for Emergency – Covid19”, un album realizzato con 12 brani di 12 diversi artisti italiani ed internazionali rielaborati e ri-arrangiati per l’occasione da Hacienda-D. Ognuno dei pezzi che compongono il disco è stato infatti sottoposto, in accordo con gli autori, ad un ri-editing ed ha così riacquistato una nuova vita. Il progetto ha l’onore di avere come madrina la poliedrica Violante Placido, che ha accolto con entusiasmo l’idea di poter dare il suo personale contributo alla causa.

La vendita e lo streaming del disco, disponibile sulle principali piattaforme a partire da giovedì 25 giugno, serviranno a sostenere i progetti che Emergency ha in atto, in Italia e nel resto del mondo, in risposta a tante diverse forme di emergenza legate al Covid-19″.

Gli artisti che hanno messo a disposizione un loro brano per il progetto sono tanti e provenienti da ben 8 nazioni:

Abstrak Jaz, una delle busker più importanti della scena soul/jazz berlinese. Originaria del Canada, dal 2013 ha portato la sua musica sulle strade e nei locali di tutta Europa, in Asia, Australia e Africa.

Al The Coordinator, alias Aldo D’Orrico, chitarrista e cantante che ha affiancato una lunga serie di musicisti in tanti progetti, partendo dal rock più duro fino ad approdare, con questo suo progetto solista, al blues e al bluegrass.

La band campana degli A Toys Orchestra, protagonisti della scena musicale italiana da quasi venti anni, presenti sui palchi più importanti del rock nostrano, passando per il cinema e la tv, con un sound unico e riconoscibile che continua a non deludere mai.

Cassidy (alias Mauro Nigro) musicista, cantante e videomaker che è anche l’autore del video promozionale del progetto “Spiritum for Emergency – Covid19”, che si può vedere al link https://bit.ly/3dXQtEm.

Il duo belga dei Coffee Or Not che, partiti come duo acustico, hanno maturato una lunga esperienza live, approdando a sonorità slowcore ed electro-pop.

I Floor 5, ancora un duo ma stavolta risultato dell’incontro tra Russia e Italia in un bar di Berlino. Le diverse esperienze dei due musicisti hanno permesso loro di creare un sound capace di mettere insieme l’incedere dark dei synth con delicate melodie vocali.

Her Skin, giovanissima cantautrice modenese (all’anagrafe Sara Ammendolia) che in soli due anni ha calcato i palchi di importanti festival (Ypsigrock, Home Festival, Eurosonic) e portato la sua voce eterea sino ad Austin (dove ha partecipato al festival South by Southwest).

Leelo, cantautrice originaria di Tartu, Estonia, nonché polistrumentista con un background musicale classico, che si è laureata in Musica in Inghilterra, ha vissuto diverso tempo in Australia, per poi approdare a Berlino, dove si è esibita nei locali più in voga.

Violante Placido, spirito eclettico ed artista versatile, spazia tra cinema, musica e teatro con grazia e determinazione. Dal 2006 è protagonista di un’avventura musicale che porta avanti con il nome Viola, col quale ha pubblicato due dischi, realizzato numerosi brani per colonne sonore e duettato con alcuni dei principali esponenti della scena rock italiana contemporanea.

Jerry Springle, cantante e scrittrice originaria dell’Ucraina che, insieme al suo inseparabile ukulele, ha percorso in lungo e in largo l’Europa portando la sua musica nei cafè, nei pub, per strada e conquistando ogni volta il pubblico presente.

Surma (alias Débora Umbelino), originaria del Portogallo, ha realizzato negli ultimi due anni ben duecento live tra Europa e America, riscuotendo dovunque grandi consensi, dall’Islanda fino al Brasile.

E infine The Rodeo, anagramma di Dorothée, musicista e cantante parigina di origine vietnamita che si diverte a mescolare la sua passione per l’America con la tradizione indie pop”.

 

 

Rispondi

*