Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Da Toquinho a Diane Schuur: i protagonisti di Ecojazz 2017

0 comments

19942702_1478645382195979_2761867028681007992_oEcojazz giunge alla ventiseiesima edizione e il cartellone 2017 si presenta all’insegna di grandissimi nomi del panorama musicale internazionale, da Toquinho a Diane Schuur. Il festival, diretto da Giovanni Laganà, quest’anno avrà come location – oltre alla Torre Nervi, che ospiterà il concerto di apertura, il 2 agosto, e alla Collina La Loggia di Pellaro, per quello di chiusura, l’8 – il Parco Ecolandia.

Apertura, come si diceva, alla Torre Nervi, per il consueto e seguitissimo concerto all’alba: il jazz incontra la Fata Morgana, con la voce di John De Leo. Si prosegue il 3 agosto, questa volta al Parco Ecolandia, con il sestetto di Richard Bona. Quindi, il 4, sempre ad Ecolandia, l’atteso evento con il grande Toquinho (che torna a Reggio dopo molti anni), insieme a Selma Hernandes.

Il 5 agosto, sempre ad Ecolandia, il quartetto di Felice Clemente in un omaggio a Mino Reitano, mentre il 6 spazio ad uno dei musicisti jazz più apprezzati, il trombettista Fabrizio Bosso, che proporrà  un omaggio al grande Irio De Paula, esibendosi insieme al figlio del  chitarrista e compositore, Robertinho.

Il 7 agosto, altro grande evento, ovvero il concerto della pianista e cantante Diane Schuur.

La chiusura, l’8 agosto, a Pellaro, è affidata ai Tamburi di Luca Scorziello, ne “I suoni dell’urlo del tramonto sul Mediterraneo”.

 

Rispondi

*