Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Da Saverio Tavano a Scimone e Sframeli: presentato il programma di Yard 2017

0 comments

foto-conferenza«Spettacoli prestigiosi di giovani artisti multidisciplinari, reti virtuose con altre esperienze, attività di alta formazione e riflessioni sui linguaggi del contemporaneo». Così la direttrice artistica Teresa Timpano, sintetizzando, racconta i tre anni del Progetto di Residenza Artistica Yard nella conferenza stampa che annuncia i prossimi appuntamenti. Yard 2017, infatti, vedrà una due giorni ispirata e dedicata a Charles Pierre Baudelaire in cui gli spettacoli, al Teatro U. Zanotti Bianco, saranno inframmezzati da un piacevole momento conviviale grazie a un aperitivo che concederà al pubblico del venerdì lo spazio per un confronto sul teatro. Si parte Venerdì 5 maggio con letture delle poesie di C. Baudelaire a cura di Scena Nuda che anticipano lo spettacolo teatrale “Formiche” di Saverio Tavano (autore del pluripremiato “Patres”, portato in scena – con la regia dello stesso Tavano – da Dario Natale e Gianluca Vetromilo), produzione Nastro di Mobius. E subito dopo l’attesa prima regionale di “D5. Pantani. Storia di un capro espiatorio”, di Chiara Spoletini, con Sebastiano Gavasso e Stefano Moretti, spettacolo promosso dalla Fondazione Pantani.

Domenica 7 maggio si parte alle 17.30 con la presentazione in anteprima del testo “ECO E ISO” a cura di Filippo Gessi.  Alle 20.30, ancora un importante spettacolo, realizzato da due tra i più rilevanti nomi del teatro contemporaneo: parliamo dei siciliani Spiro Scimone e Francesco Sframeli e dello spettacolo Premio Ubu 2016 “Amore”: in scena, insieme agli autori,  Gianluca Cesale e Giulia Weber. Le successive letture sceniche delle Poesie di C. Baudelaire, invece, apriranno lo spettacolo di danza “L’Âme”, una produzione Balletto di Calabria Dance Company che chiuderà la rassegna.

«Scena Nuda, ancora una volta, propone produzioni di alta qualità e si avvale di una programmazione mirata e per obiettivi», ha evidenziato la scrittrice Katia Colica, che ha coordinato l’incontro. Anche Franco Arcidiaco, delegato del sindaco alla cultura, ha sottolineato il grande lavoro dello staff: «La città si arricchisce grazie anche al vostro contributo ed è sempre una grande soddisfazione essere partecipi di questo progetto, anche rispetto ai grandi risultati che i vostri sforzi hanno attuato. Soprattutto con i giovani e la virtuosa rete formativa con la Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine». A partire dal 7 luglio, infatti, inizierà anche un nuovo ciclo del corso Teatrale Propedeutico per attori “R. Schumacher” in collaborazione con la Nico Pepe. Un percorso formativo impegnativo per quello che è il primo corso propedeutico a livello nazionale che si svolge al di fuori delle accademie e che ha prodotto già ottimi risultati: quattro allievi sono stati ammessi a importanti Accademie nazionali, grazie all’opportunità avuta di formarsi e prepararsi in maniera professionale e di far parte di realtà formative finora difficili da trovare in Calabria. «Dopo questa rete virtuosa la Civica Accademia ha chiesto a noi artisti di Scena Nuda di insegnare alla Nico Pepe, affermando e  rafforzando un prezioso riconoscimento di competenze»  ha ricordato la Timpano.  «È il risultato di un lavoro incessante, di cui siamo orgogliosi – racconta la direttrice organizzativa Roberta Smeriglio – grazie a delle attività che non sono soltanto svolte a ridosso della rassegna, ma che vedono un impegno a tempo pieno. Una delle nostre Mission è quella di dare ai nostri giovani le stesse possibilità che ci sono in altre regioni e l’idea progettuale, nata grazie a un bando della Regione Calabria e del ministero MIBAC che ha creato le residenze artistiche italiane, è stata realizzata portando al nostro territorio crescita e scambio nazionale di collaborazioni virtuose».

 

 

 

Rispondi

*