Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Circolo Zavattini, al via la nuova rassegna cinematografica

0 comments

zavattini2013Ventun’anni di Circolo del cinema “Cesare Zavattini”: partirà il 30 settembre la nuova rassegna promossa dal Circolo, sempre presso il cinema Aurora, con due proiezioni (ore 18,30 e ore 21), ogni lunedì.

Undici film suddivisi in tre cicli: si parte con “Tempi di speranze”, ovvero quattro pellicole in cui ritornano i temi delle rivoluzioni, delle resistenze, delle atmosfere degli anni ’70. Si va da uno dei film più acclamati della stagione, ovvero “NO – I giorni dell’arcobaleno” di Pablo Larrain, per poi passare, lunedì 7 ottobre, ad “Infanzia clandestina”, di Benjamin Àvila, che ha riscosso grande successo al Festival del cinema africano, d’Asia e America Latina che si svolge a Milano. Altro film molto apprezzato, quello che sarà proiettato il 14 ottobre, ovvero “Qualcosa nell’aria” di Olivier Assayas, mentre chiuderà questo ciclo, il 21 ottobre, “La regola del silenzio”, di e con un’icona del cinema impegnato made in Usa, ovvero Roberto Redford.

Il secondo ciclo, che inizierà il 28 ottobre, dal titolo “Sentieri Interrotti”, propone il film di Thomas Vinterberg che ha fatto incetta di premi in tutta Europa, “Il sospetto”, per proseguire il 4 novembre con “Il figlio dell’altra”, di Lorreine Lévy. Un’altra pellicola molto apprezzata dalla critica è quella che sarà proiettata l’11 novembre, ovvero “Un sapore di ruggine e ossa” di Jaques Audiard, con il premio Oscar Marion Cotillard, mentre il 18 novembre di scena due produzioni italiane, “Nadea e Sveta” di Maura Delpero e “Ulidi, piccola mia”, di Mateo Zoni.

Quindi, l’ultimo ciclo, “Piccole donne crescono”: il 25 novembre sarà proposto “La bicicletta verde”, della prima regista dell’Arabia Saudita, Haifaa Al-Mansour (selezionato pr la candidatura agli Oscar 2014 come miglior film straniero), per chiuedere il 2 dicembre, con l’ultimo film di Salvatore Mereu, “Bellas Mariposas”.

Un viaggio nella cinematografia italiana e internazionale e soprattutto tre percorsi attraverso le tematiche affrontate con maggiore interesse dai registi negli ultimi mesi. Una proposta che si rinnova anche quest’anno, attraverso la rassegna, che costituisce uno dei momenti rilevanti dell’attività del circolo che, per tutto l’anno, propone una serie di appuntamenti con l’approfondimento e la riflessione sui temi relativi al cinema e all’audiovisivo.

Rispondi

*