Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

“Cineama”, una factory dedicata alla Settima Arte

0 comments

Un progetto, un’idea, dedicati ai “cineamatori”. Una factory, aperta, basata sull’apporto di coloro che, appunto, amano il cinema.

Quello di Cineama è un progetto innovativo, che nasce da un gruppo di giovani creativi ed esperti di new media messi insieme dal produttore Fabrizio Mosca, ed è dedicato sia ai professionisti di questo mondo, ma più in generale a chi è appassionato di cinema.

Un portale attraverso cui far conoscere il proprio lavoro,  incontrare professionisti per attuare  collaborazioni; un punto di partenza per chi ha un’idea produttiva; un modo per sviluppare una distribuzione indipendente; una community che punta a riunire tutti coloro che amano il cinema e che credono “che per realizzare un bel film non servano milioni di euro”.

Tutto questo e tanto altro è, appunto, il progetto di Cineama: un progetto che si fonda su un concetto basilare della rete, ovvero quello dell’apporto di tutti alla costruzione di qualcosa di innovativo, come il progetto stesso, ma anche di valorizzazione delle tante professionalità che in Italia esistono.

Cineama nasce come piattaforma digitale (al sito cineamabeta.com) in cui chi è regista o sceneggiatore, può proporre un progetto cinematografico, trovare collaboratori – che possono creare un loro profilo per fare conoscere la propria attività – “per farlo crescere e raccogliere finanziamenti per realizzarlo (attraverso i meccanismi del crowdsourcing, la pratica collaborativa di produzione di contenuti, e del crowdfunding, ossia il supporto alla produzione del film attraverso i contributi economici degli stessi futuri spettatori)”; in cui si può “vivere l’esperienza del produttore cinematografico selezionando le sceneggiature, investendo piccole o grandi somme per la loro realizzazione, seguendo tutte le fasi di un film, dallo sviluppo, alla produzione fino alla distribuzione”. Ma anche proporre film ad altri appassionati, “contribuendo alla loro diffusione, sia online che nelle sale, attraverso il meccanismo delle “proiezioni su richiesta””.

Proprio su questo meccanismo si basa il primo progetto che vede coinvolta Cineama: in accordo con la Sacher Distribuzione di Nanni Moretti, collaborerà, infatti, alla distribuzione del film “Una  separazione” di Asghar Farhadi, Orso d’Oro a Berlino 2011 e candidato agli Oscar come miglior film straniero.

Il team di Cineama si servirà, appunto, del meccanismo della “proiezione su richiesta” che “integrerà il normale processo di distribuzione, prolungando la presenza in sala del film dopo l’uscita. Il pubblico verrà coinvolto direttamente in questo processo, diventando così protagonista attivo del sistema distributivo. Gli utenti, infatti, attraverso Cineama avranno la possibilità di esprimere il desiderio di vedere il film, di fornire la propria posizione geografica sul territorio italiano (geo-localizzarsi) e di trovare altri futuri spettatori con cui condividere la visione nella propria zona di residenza”.

Tornando alle attività di Cineama, sul portale si possono trovare anche informazioni, proporre notizie e discutere di cinema nella community; “sperimentare i nuovi linguaggi crossmediali, partendo dalle pratiche di remix e mashup (riutilizzare e mescolare immagini, suoni e formati per dar vita un contenuto nuovo e originale); “adottare un film” contribuendo al restauro e alla digitalizzazione di opere cinematografiche altrimenti destinate all’oblio”.

Tante iniziative, dunque, riunite in un progetto, all’insegna dell’amore per la Settima Arte.

Rispondi

*