Sottoscrivi RSS: Articoli | Commenti

Catonateatro: da Raoul Bova a Bennato, da una nuova produzione Polis alla più recente regia di Dini

0 comments

catonateatroConclusa con  successo la stagione invernale Le Maschere e i Volti al teatro Cilea, la Polis Cultura è già pronta a presentare la rassegna estiva Catonateatro, giunta alla 34esima edizione.

Si parte sabato 20 Luglio con un vero e proprio evento: la prima nazionale di Love Letters con la coppia (anche nella vita oltre che artistica) Raoul Bova e Rocío Muñoz Morales. La commedia ruota attorno alla vita di Andy e Melina, che si scrivono per tutta la vita, rincorrendosi, amandosi, detestandosi, sfuggendosi, perdendosi di vista ma sempre avendo bisogno l’uno dell’altro.

Venerdì 26 Luglio sarà la volta di Anfitrione di Sergio Pierattini con Gigio Alberti, Barbora Bobulova, Antonio Catania, Giovanni Esposito, per la regia di Filippo Dini. Questo nuovo allestimento rilegge e riscopre il Dramma Classico in chiave moderna con una scrittura, quella di Pierattini, che ascolta gli stimoli e le inquietudini del nostro tempo.

Il 2 Agosto la Polis Cultura ritorna alla grande produzione con Cavalleria Rusticana, un progetto inseguito per anni dal suo regista Walter Manfrè, che il pubblico reggino conosce bene, mèmore dei grandi spettacoli del passato quando Manfrè era direttore artistico di Catonateatro. Il testo è di Giovanni Verga, adattato in prosa dallo stesso Manfrè con le musiche originarie di Pietro Mascagni e gli interventi di Matteo Musumeci. Nel cast oltre 30 tra attori e figuranti, tra i protagonisti Arianna Di Stefano, Barbara Gallo, Livio Remuzzi, Orazio Alba e la partecipazione di Loredana Cannata. Un grande impegno della Polis in collaborazione con l’International Teather Center di Comiso.

Un grande ritorno lunedì 5 Agosto, dopo l’indimenticabile edizione del 2014 con Giorgio Albertazzi protagonista sulle tavole del palcoscenico di Catonateatro: Il Mercante di Venezia da  William Shakespeare con Mariano Rigillo, Romina Mondello, Fabio Sartor, Francesco Maccarinelli, per la regia Giancarlo Marinelli.

L’8 Agosto, un’altra perla scovata è proprio il caso di dirlo tra le mille risorse del patron Lillo Chilà:  si tratta L’Incanto di Venere, con il quartetto lirico-pop tutto al femminile Incanto, già al seguito per anni di Andrea Bocelli nel suo tour mondiale. Il concerto percorre un viaggio sentimentale, una narrazione del cuore, partendo da note pagine del repertorio classico per arrivare ai classici della canzone partenopea, al repertorio italiano famoso nel mondo, passando attraverso celeberrimi temi di colonne sonore e rivisitazioni di successi internazionali eseguite dal vivo con la Venere Ensamble.

L’11 di Agosto arrivano due grandi classici degli anni ’60, due grandi cantanti che hanno fatto la storia della musica ribelle di quegli anni, Shel Shapiro e Maurizio Vandelli in concerto con il loro spettacolo musicale Love&Peace tour. Una produzione di altissima qualità, suggestiva ed innovativa da un punto di vista tecnologico e scenograficamente ricca, con immagini e video fortemente simbolici e rappresentativi proiettati su un grande schermo. La musica sarà naturalmente al centro dello spettacolo, per regalare al pubblico le emozioni evocate dal loro vasto e storico repertorio.

Un grande cast per una commedia scoppiettante martedì 13 Agosto: Se devi dire una bugia dilla grossa di Ray Cooney con Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Paola Quattrini, Nini Salerno.  La regia originale è del grande Pietro Garinei, ripresa da Gianluca Guidi.

Il ritorno del grande mattatore Enrico Guarneri questa estate (16 agosto) sarà affidato ad un progetto molto particolare, Io sono l’altro 2.0, dove ancora una volta sarà l’amico e complice Salvo La Rosa a trasportarci nelle tragicomiche avventure di Litterio. L’idea progettuale, nata quest’inverno sulle tavole del palcoscenico del Teatro Cilea, è stata sviluppata, ampliata e concretizzata con la fattiva collaborazione del regista Antonello Capodici.

Catonateatro 2019 si chiuderà il 20 agosto con il concerto del grande Edoardo Bennato, che  ci presenta quell’arte musicale, pregio di pochi, che appartiene da sempre al cantautore rock blues napoletano, che ritorna al live dopo lo strepitoso successo del tour invernale. Bennato continua il suo viaggio, di città in città, parlando di un mondo fatto di buoni e cattivi, dove sbeffeggiare i potenti, inneggiando alla forza umana del popolo e passando per il più classico tra i sentimenti ispiratori dei poeti della canzone: l’amore.

La stagione di Catonateatro viene affiancata dal Festival cinematografico “Verso Sud”, giunto quest’anno alla decima edizione, sotto la direzione artistica di Nicola Petrolino, e che avrà come fil rouge il viaggio.

Rispondi

*